I nostri prodotti

Posted by Posticchia Sabelli
Un dato storico, confermato dagli scavi archeologici, fissa le origini dell’attività pastorlae all’Età del Ferro, mentre nel VII secolo a.C., furono i coloni greci a costruire i primi caseifici. da allora, grazie alle ampie disponibilità di pascoli, alpeggi e di una facile transumanza, lavorando il latte bovino i pastori della Basilicata hanno tramandato un’esperienza millenaria racchiusa in una produzione casearia ineguagliabile che arriva al consumatored’oggi con le garanzie igieniche e sanitarie più avanzate. Formaggi la cui produzione si basa su un comune denominatore: pascoli incontaminati dove crescono a dismisura essenze floristiche ed erbe aromatiche che conferiscono al latte una abbondanza di sostanze nutritive e di sapori incomparabili. Le denominazioni tipiche dimostrano quanto sia varia la produzione casearia: la Burrata, il Burrino farcito, il Caciocavallo, il caciotto, il cacioricotta, la Giuncata, la ricotta dura salata, la Scamorza, il Caciocavallo Silano D.O.C., la mozzarella, il Treccione.

La mozzarella

secondo i dati ISMEA, è il formaggio che occupa il primo posto nella classifica dei formaggi più consumati e graditi dagli italiani: è, in concerto, il più idoneo per un’alimentazione leggere e nutriente. In basilicata la mozzarella, prodotta tutto l’anno a livello regionale con latte di vacca, si presenta di forma sferoidale a pasta elastica, sfogliabile, di colore bianco, sapore dolce, peso tra i 150 ed i 200g. Il prodotto è confezionato in carta pergamena ed immerso nel liquido di governo. Alla produzione della mozzarela classica in Basilicata si aggiungono altre due composizioni: lavorata a treccia o a nodo. Ma non basta: presso alcuni caseifici è prodotta un’altra variante, il treccione. Questo formaggio a pasta filata, ottenuto con gli stessi metodi della mozzarella è una treccia dalle notevoli dimensioni (circa un metro di lunghezza) avvolta su se stessa e che si presenta con una pasta dura e fibrosa, molto ricercata dai buongustai viene venduta a tranci.